Cosa cerca la Donna

cosa cerca la donna

Gli uomini e le scarpe non vi faranno felici

Cosa vogliono veramente le donne? La chiave per la vera felicità è a portata di mano
Siete felici? Sì, sto parlando con voi. Oggi, voglio parlare con voi da donna a donna, apertamente e sinceramente.

Voglio che ci pensiate seriamente. Siete veramente felici? Se siete oneste con voi stesse, la vostra risposta sarà un probabile “no”. Forse nella vita avete raggiunto molti dei vostri obbiettivi: un marito, dei figli, una carriera eccitante, l’indipendenza finanziaria, ed uno stile di vita sano; o forse no, ma nonostante questo, molte donne in tutto il mondo si stanno domandando “Che cosa mi è successo? Una recente indagine sulle donne americane, dal nome “Donne meno felici 40 anni dopo il femminismo”, ha stabilito che oggi siamo infatti meno felici di quanto non lo fossimo 30 anni fa, a dispetto di tutto ciò che il progresso ci abbia procurato (Times Online).

Nel corso degli ultimi decenni, ci sembra di aver ottenuto tutto ciò che volevamo. Volevamo essere più indipendenti, e così ci siamo battute per i diritti delle donne per avere tutte le opportunità relative all’educazione e al lavoro.

Tuttavia, proprio in questi aspetti della vita stiamo raccogliendo le maggiori delusioni. Un altro esempio riguarda le aspettative irreali che abbiamo nei confronti degli uomini. Guardiamo spesso agli uomini come la fonte della nostra felicità, ma il più delle volte scopriamo che gli uomini non sono all’altezza dei nostri criteri di giudizio e, anche se lo fossero, le delusioni arriverebbero comunque con il tempo.

Va bene, forse gli uomini e le carriere eccitanti non ci faranno felici, ma sicuramente lo farà lo shopping! Ma come molte di noi oggi sanno, il consumismo è come un cane che si morde la coda, e non si riesce più a smettere, così finiamo per ritrovarci completamente estenuate. Quindi, perché non riusciamo ancora a sentirci felici? Potrebbe essere che stiamo cercando la felicità nei posti sbagliati?

Ad un certo punto della nostra vita, abbiamo cominciato a capire che forse non potevamo trovare la felicità nelle esteriorità, come la carriera, i mariti e “ le cose”. Un istinto interiore ci ha spinte a cercare “qualcosa di più”, un scopo più grande nella vita. Così abbiamo rivolto la nostra attenzione ad ogni genere di corso sulla spiritualità, alla psicologia, alla medicina, ai libri di auto aiuto, e ai corsi di yoga.

Dopo molti tentativi andati male, alla fine, abbiamo scoperto che in fondo al nostro cuore c’era ancora un buco profondo che urlava per avere un vero appagamento. Queste donne siete voi?

Cosa stiamo cercando?
Cosa succederebbe se stessi per dirvi che tutto quello che è successo fino ad oggi era predeterminato per condurvi proprio qui: in questo posto dove vi sentite massacrate per aver tentato di trovare un po’ di appagamento, salvo poi comprendere che non siete ancora felici. Cosa succederebbe se stessi per dirvi anche che l’appagamento di una donna non sta nelle scarpe, nei vestiti, nei cosmetici, nelle vacanze, negli uomini, o nella meditazione; e che tutte queste cose non daranno mai alle donne l’appagamento di cui hanno così tanto bisogno?

In questo periodo, stiamo cominciando a vedere che una donna può essere veramente felice quando è in contatto diretto con una forza superiore, chiamiamola Natura o Creatore, ma è qualcosa da cui ci siamo allontanate e che adesso stiamo disperatamente cercando. Anche con tutto il progresso di oggi e con tutti i traguardi che abbiamo raggiunto, abbiamo sempre la sensazione di non essere soddisfatte.

Questa sensazione che ci manchi qualcosa è innata in ogni donna, perché la radice spirituale di una donna è “un assoluto desiderio di ricevere” o, come spiega la Kabbalah, il vaso che il Creatore ha creato per appagarlo con il piacere. La nostra natura ci fa sentire che ci manca qualcosa, perché senza una mancanza, non c’è nulla da appagare. Ogni cosa che sia mai stata creata ha il solo scopo di dare alle donne (la forza universale di ricevere) il piacere.

Il nostro desiderio per l’appagamento è ciò che ha fatto andare avanti lo sviluppo umano dalle società primitive fino ad oggi. Tuttavia, poiché il nostro ego collettivo, il nostro desiderio per il piacere, è cresciuto a dismisura, gli appagamenti di un tempo non ci bastano più. Oggi, abbiamo bisogno di avere degli appagamenti spirituali e nient’altro.

Trovare il vero appagamento
Ogni volta che proviamo a trovare un po’ di appagamento nei piaceri di questo mondo, in realtà ciò che stiamo veramente cercando è un contatto con la Forza Superiore, il Creatore. Il proposito di tutto il nostro sviluppo e di tutta la nostra ricerca è di portarci ad uno stato in cui ci sentiamo esauste, in cui non possiamo più semplicemente cercare di colmarci con delle cose che ci arrivano dal mondo intorno a noi. E’ in questo preciso momento che abbiamo l’opportunità di guardarci dentro, di cominciare un viaggio verso un appagamento vero, perfetto ed eterno.

La saggezza della Kabbalah è un metodo pratico che può mostrare ad una donna come riconnettersi con la sua radice spirituale in modo consapevole e proattivo. Può mostrarci come trovare un appagamento eterno facendo la sola cosa che non abbiamo mai provato a fare, cioè ricevere il piacere per dare piacere al Solo che ci ha creato.

Quando spostiamo l’intenzione del nostro desiderio da “per noi stessi” a “per gli altri”, e quando troviamo piacere nel piacere di qualcun altro, allora il piacere che sentiamo cresce in misura esponenziale ed è eterno.

Quindi, perché non saltate il giro al centro commerciale, non lasciate vostro marito o il vostro fidanzato in pace, non mettete giù l’ultima guida “10 passi verso la felicità,” e non vi prendete del tempo per esplorare la vostra radice spirituale, il desiderio femminile, attraverso la saggezza della Kabbalah?